un pezzo di una cosa che sto facendo e che salvo rari bagliori genera a chi l'ha scritta la
strindberg
sensazione di procedere in nessuna direzione. A ciò è riconducibile l'immagine del contenitore parzialmente fantastico che trabocca di carta elettronica appallottolata/strappata. Del sangue innocente del poeta e della sua disillusione eccetera e oltre. Il fatto è che era troppo tempo che non postava nulla... per cui meglio questo che il nulla, quantomeno per la statisticaCollapse )

burraco per timidi
strindberg
dalla valigia de' manoscrittiCollapse )

il risveglio come assiro
strindberg
sognar di statueCollapse )

latteria
strindberg
ancora dal bacino di carenaggioCollapse )

ghiaccio, innocenza
strindberg
dalla valigia dei manoscrittiCollapse )

un nodo gordiano, a Milano
strindberg
con le gote in fiammeCollapse )

l'uomo nel quadro
strindberg
fantasima di fine estateCollapse )

il moro e il cartaio
strindberg
una nodosa vicenda del distretto benacenseCollapse )

il pevione
strindberg
malamudianaCollapse )

nocche spellate
strindberg
Altri diceva, e in tempi forse già lontani: "Donne, è arrivato il molitta!". Oppure: "Donne, è arrivato il brellaio!". Altri.
Io, per me, invece dico: "Utenti della blogsfera, uomini e donne di buona volontà, infanti e vegliardi, militari di ferma prolungata, scapigliati/e o tetragoni/e, donne fatali ma che anche sanno cucinare bene, merlettaie e lattonieri, freddolose e ipertricotici...". Tutti tutti: umane genti o anche solo e semplicemente organismi viventi.
-la lista è lunghissima, lunga come quella di Noè, che sulla sua arca caricò anche i wombati e i narvali (che ebbero la dispensa per stare fuori dall'acqua anche se fuori infuriava il diluvio)-
Insomma, per chiunque, la natività è anticipata, il tema natale in corso d'opera: ora c'è agio di bearsi di questo:

bende_alle_mani


che brutti ceffi... quale ardire... che burbanza



?

Log in